Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Sicilia Libera e Indipendente

Benvenuti nel mio Blog


Non possono non sapere...

Pubblicato da nicola costanzo su 19 Settembre 2013, 10:05am

Tags: #sistema, #fango, #connivenze, #non sapere, #politico, #rup, #evasioni, #stazioni appaltanti, #uffici tecnici, #gare d'appalto, #clientelare, #enti pubblici, #raggiri, #frodi, #collusioni, #denaro

Se si volesse raccontare il "fango" con cui si è obbligati a convivere..., credo che non basterebbero abbastanza pagine per descrivere, quanto in questi anni, se pur " indirettamente " ci viene imposto.
Assistiamo quotidianamente a situazioni, che vengono realizzate esclusivamente per compiere azioni disoneste: truffe, raggiri, frodi, evasioni, connivenze, brogli, contraffazioni, ecc..., infatti queste, ormai si svolgono come fossero una consuetudine...
In particolare proprio questa nostra terra, viene continuamente "violentata" da faccendieri che considerano quale unico valore di vita, lo scambio, quello del denaro.
Ecco perché, a differenza di quanto alcuni "soggetti" vogliono farci credere..., la nostra non è una Regione povera, ma anzi inaspettatamente è una di quelle, in cui si genera una grande ricchezza ( ovviamente ad usufruirne sono soltanto in pochi... ), ma essendo questa, realizzata in maniera celata, non appare mai nei testi ufficiali dei dati regionali per i redditi, pubblicati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, calcolati in base alle dichiarazioni IRPEF, quelli appunto... che non vengono mai redatti!!!
A dimostrazione che la nostra Sicilia, presenta il minor incremento annuale, soltanto l'1,0%, dimostra che e veramente difficile scoprire l'evasioni anche per le stesse forze dell'ordine, in quanto il sistema è talmente ben collaudato e oleato, che diventa difficile scoprirlo!!!
Ad iniziare dagli appalti pubblici, un sistema talmente sperimentato, che bypassando quelle regole di obblighi e normative di carattere "cartaceo", trovano si conferme soltanto nella carta e mai nella realtà, con l'unico obbiettivo di frodare la legge. 
Si tenta così di trovare tutte quelle possibili variabili a cominciare dalle modifiche sulla Stima Tecnica ( computo metrico ), sulla modifica delle voci che descrivono le lavorazioni ed infine, sulle forniture oggetto dell'appalto, dove si entra nel merito del contenuto per orientarne l'oggetto dell'appalto per favorire qualcuno a discapito di altri...
E cosa dire di alcuni, Progettisti, Direzioni lavori, Stazioni Appaltanti, R.U.P., Uffici tecnici e quant'altro, interlocutori che spesso adottano propri parametri di giudizio, molto personali, che non trovano conferme nella giurisprudenza vigente ( ampia e ben strutturata ) e che producono giudizi contrastanti tra un Ente ed un altro..., con l'unico obbiettivo da parte di questi responsabili, di volersi porre, sempre ed in ogni circostanza, sopra gli altri, attraverso giudizi e pareri quasi sempre insindacabili...
Arroganza mista ad incompetenza, che produce tensione nei rapporti e che serve esclusivamente a creare difficoltà all'impresa aggiudicataria dell'appalto, per far si che la società amica di turno, soprattutto se seconda aggiudicataria, possa nuovamente rientrare nell'appalto...
Altro che semplici complicità, qua si tratta di collusioni vere e proprie, dove le bustarelle la fanno da padrone...
Ed i controlli dove sono??? Ma scusate, perché Voi li avete mai visti questi controlli...??? Si accadono, ma soltanto una volta su mille e quasi sempre a scapito del più piccolo tra gli imprenditori... qualcuno che certamente con le proprie offerte dava fastidio, che non appartiene a quelle lobby di potere, che detengono gli agganci politici, amministrativi, sindacali, e che rappresentano, simultaneamente a "certe" connivenze, garanzia che questo sistema non fallisca... e che il potere resti sempre nelle loro mani!!!
A questo punto cosa debbo pensare...??? Che forse sono impreparati o non a conoscenza delle leggi??? Oppure che volontariamente l'interpretazione delle normative, sono indirizzate ad uso e consumo dell'amico di turno???
NON POSSONO NON SAPERE... che prima o poi, attraverso questo modo di svolgere il loro operato, potranno essere sottoposti alle decisioni di Giudici che, interpretando il loro esercizio, potrebbero decidere di condannarli con precise azioni individuali di responsabilità...
Dopotutto, i rischi di  denunce sono sempre dietro l'angolo, ed anche coloro che oggi sembrano apparire ( ai Vs. occhi... ) come soggetti deboli, possono, inevitabilmente rovinarvi le carriere, esponendo a chi di dovere, gli abusi effettuati e colpendo con azioni legali e mirate, quelle responsabilità che non sono da ricondursi all'Amministrazione, ma esclusivamente personali, in quanto, risultanti da scelte autonome, soggettive e interpretative, di cui l'Amministrazione ignara, anche se colpita ( come sempre fa ) si tirerà fuori..., lasciandovi in queste circostanze da soli ed in completo abbandono...
Cosa dire: decidete come meglio credete, ma prima di agire valutate "se il gioco vale realmente la candela"... 



Archivi blog

Post recenti